Urina, rigorosamente portoghese, per sbiancare i denti e monociglio: le assurde mode del passato

JP

18/10/2021

Oggi, l’industria della bellezza ha un valore complessivo di 532 miliardi di dollari e la domanda di soluzioni per migliorare il nostro aspetto fisico ha raggiunto il suo picco. Il desiderio umano di apparire al meglio, però, ci accompagna fin dagli inizi della storia. L’unica differenza è che, una volta, certi standard di bellezza erano decisamente strani! Il TikToker Zachary Margolis ci racconta i più bizzarri, nella sua rubrica di video virali “Offbeat History”. 

Arsenico come fondotinta 

Nel diciannovesimo secolo, molte donne mangiavano delle specie di wafer all’arsenico, un veleno letale, per sbiancare e omogeneizzare la loro carnagione. Essendo un veleno, l’arsenico rendeva la carnagione di chi lo assumeva pallida, in modo “naturale”. Alcuni degli effetti collaterali di questa “astuzia” includevano la calvizie e l’epilessia. Nel 1902, questa pratica era così diffusa, che era possibile comprare questi magici wafer all’arsenico da Sears, una catena di grande distribuzione statunitense.  

PreviousSeguente